Archivio per maggio, 2016

La Paz

Pubblicato: maggio 30, 2016 in associazione
Tag:, ,

Trasferta che si preannuncia ostica già per le problematiche relative al ritrovamento del luogo , oltre alle assenze e alla stanchezza del viaggio.

Arriviamo in località Poggio Laverino con discreta puntualità,subito ci rendiamo conto che la consistenza dell’aria è ben diversa dalle latitudini nella quale svolgiamo le nostre attività sportive.

Effettuiamo ricerche telematiche per saperne di più e scopriamo che il campo è situato in un luogo chiamato “La Paz” di Terni,conclusione :

aria rarefatta!!

I nostri avversari si allenano lì da diverse settimane, noi sopperiamo alle difficoltà respiratorio con profonde aspirate di tabacco.

Sorge il secondo problema, l’età anagrafica , mentre la baraonda si presenta con età media vicino ai 19 anni , la nostra supera di poco i 40…va beh,giocheremo d’esperienza…

Risolti i problemi tecnici,ci si prepara con un buon riscaldamento,poi il via , tatticamente siamo messi bene, l’esordio (forzato) di Abbati in panchina sembra avviarsi nel migliore dei modi,2 a 0  di pregievole fattura targato Pompili  di testa e Arena dopo azione spettacolare, ma c’è qualcosa nell’aria(rarefatta) che lascia presagire una mattinata assai impegnativa.

Il campo oltre ad un irregolarità dovuta a dislivelli che ricordano i campi di periferia degli anni ’60, è pesantissimo,le gambe fanno sforzi sovrumani,attingendo alle poche energie mentali,già provate dalla faticosa respirazione, mentre i giovani ternani avanzano propongono,corrono senza mostrare la minima fatica, i perugini arrancano sfruttando tutta l’esperienza e la “garra” possibile, Serpolla in versione libero , al ritorno sui campi dopo mesi senza allenamenti ,conditi da acciacchi vari , si ispira all’idolo locale Di Loreto e spazza palle come se non ci fosse un domani…

Nel momento di maggior offensiva ternana,i rossi di perugia trovano un gol in contropiede con un tiro “sporco”di  Piorico che trafigge il portiere avversario, mancano pochi minuti alla fine del primo tempo, ma i ternani spingono,creano,tirano fino al primo minuto di recuperano dove trovano il gol con una “sassata” a 4cm dalla porta.

L’intervallo serve a Fuorigioco per riprendere le forze e riorganizzare le idee, nel frattempo Dario spia gli avversari e le loro strategie,ma si dimentica d’informarci.

Il secondo tempo parte sulla falsa riga del primo, dopo poco però  Baraonda trova il gol del vantaggio,che paradossalmente da energie a Fuorigioco,che si riassetta,cambia il modulo e gli interpreti,inizia a sfruttare le fasce e subisce anche il quinto gol.

A quel punto agli ospiti rimane soltanto la “strategia della Tigna” e la usano tutta, continuando a creare molteplici occasioni da rete sfruttando tutte le zone del campo,la velocità, le verticalizzazioni,le fasce ,le acrobazie spettacolari,occasioni che però terminano lontano dalla porta avversaria, mentre gli avversari cinicamente aumentano il vantaggio colpendo in contropiede .

A 10 minuti dalla fine, durante l’ennesima occasione fallita da Fuorigioco,compare sulla traversa ternana S. Tiziano Manni (protettore degli affanni) , in quel momento si capisce che il risultato non potrà essere recuperato, si opta quindi per una scelta che va dall’emotivo al razionale,l’esordio di Mister Abbati, che oltre a registrare la difesa, risparmia 7€ sul pranzo,in qualità di giocatore.

La partita termina sul 8 a 3 per la Baraonda,con soddisfazione del Presidente nazionale Anpis Nannini, dopo la doccia ci si avvia al terzo tempo,dove un lauto pasto attende tutti gli atleti, sotto la tensostruttura del parco,c’è tempo per fare un po’ di calciomercato, tentando di ingaggiare svincolati di lusso come Antenucci, ma dopo varie riflessioni,si opta per la conferma in attacco di Pompili, evitando così di stravolgere le tattiche della squadra.

I superstiziosi fanno notare che prima dell’arrivo della Carocci, Fuorigioco stava vincendo con facilità…

Sir Paulla

 

Annunci

Foligno vs Fuorigioco

Pubblicato: maggio 27, 2016 in associazione
Tag:,
IMG_5846
Premessa :
Tornare a giocare sul campo da calcetto,dopo mesi di allenamenti impiegati per giocare a 7 o a 11,è impegnativo, è come essere catapultati in una situazione dove ci si può aggrappare a ricordi remoti.
Foligno – Fuorigioco 12 a 17(3-7;8-6;1-4)
Eravamo tanti,talmente tanti che avevamo pure preparatore atletico,dirigenti e arbitro…qualcuno chiedeva l’esclusione del Presidente(richieste strumentalizzate?), ma il Mister metteva il veto e il Presidente si trovò ad indossare anche la virtuale fascia di capitano.
Partita emozionante e ricca di ribaltamenti,dove la compagine di casa,in maglia nera, ha giocato molto bene in tutti i reparti,mescolando sano agonismo e sportività,contraccambiati dai perugini in tenuta verde elettrico.
Le Pagelle
Dario : ad ogni partita tira fuori un gioiello di natura tecnico creativa,in questo caso un assist di dolcezza a scavalcare la difesa. ORAFO
Alessandro : esordio da titolare, grinta  agonismo dentro e fuori dal campo dove osserva e suggerisce. CONSIGLIERE
Lorenzo : uscito dalla porta,porta in campo tutta la sua esuberanza atletica. PROVETTO POGBA
Brunella : lotta,sgomita,cade,si rialza,segna,fa segnare, pressa i difensori . CONVOCABILE PER L’EUROPEO
Sebastiano : entra ufficialmente nella categoria turbodiesel,dopo 7km si scalda e ammazza la partita. MASERATI
Francesco : Sente la fiducia e tira fuori la prestazione della vita, segnando durante un doppio avvitamento in area. PRESIDENTE
Matteo : Sperimenta la tecnica Mark Lenders tentando di abbattere la barriera avversaria,roccioso in difesa. PROVETTO ROBERTO CARLOS
Nicola : La apre e la chiude,dando profondità,rientrando in difesa e giocando con i compagni.   SARTO
Marco : Una volta prese le misure, tira su il muro…era infortunato. MURATORE,GEOMETRA E INGEGNERE
Amedeo : Una partita votata al sacrificio,uomo spogliatoio. OPERAIO SPECIALIZZATO
Giammarco : Omaggia Klose con una cinquina,fa la differenza. MIROSLAV
Giovanni : Esordio ufficiale,mostra buone cose in entrambe le fasi. RONDINE
Andrea : Fa al meno 20 parate decisive, prestazione mostruosa. SUPER SPIDER MAN
Kleidi : Inizia a carburare, gioca anche con la squadra,segna un gol d’astuzia e finezza. ECCOCI…
Emiliano : Buona lettura  della partita, ha trovato pure la camicia portafortuna. GIOVANE MALESANI

Pallavolo a Perugia

Pubblicato: maggio 25, 2016 in pallavolo

Lunedi 23 maggio si è svolto nuovamente il girone d’incontro tra le diverse squadre di Umbertide, Frascati, Perugia e Ancona.
La nostra squadra è riuscita a tenere per la prima volta una costanza nel livello di gioco; tutte e tre i match sono stati giocati al massimo dell’impegno ottenendo nell’incontro finale una vittoria sul Frascati di due set a uno.
Da Coach devo ringraziare l’aiuto di Francesco B., di Mirko ed Amedeo per aver partecipato ma un grazie speciale a tutti i ragazzi tra cui Lucio, Marco, Monia, e al grande Gabriele che con le sue numerose battute vincenti ha permesso di tenere sempre alto il livello della partita.
Un incoraggiamento speciale invece al grande e ‘serioso’ Salvatore a cui chiedo sempre piu impegno perchè migliori anche di piu.

Il Tutto finisce con Terzo Tempo…. bellissimo e si ringrazia Sara, Tommy (meglio che come giocatore) Doriana, Antonietta, Emanuela.


Alla prossima.

il Coach

Pallavolo a Città di Castello

Pubblicato: maggio 5, 2016 in Uncategorized

Continua il torneo di Pallavolo interregionale, questa volta la tappa era a Città di Castello ospitati dalla Peter Pan, presso il Palazzetto dello Sport. Eravamo privi della nostra guida il Coach G…

Sorgente: Pallavolo a Città di Castello

Pallavolo a Città di Castello

Pubblicato: maggio 5, 2016 in pallavolo

Continua il torneo di Pallavolo interregionale, questa volta la tappa era a Città di Castello ospitati dalla Peter Pan, presso il Palazzetto dello Sport.

Eravamo privi della nostra guida il Coach Giusy (e in alcuni frangenti si è sentita la sua mancanza), mentre non abbiamo sentito la mancanza del nostro…. giocatore… Tommy. Abbiamo giocato diverse partite, sempre molto combattute, tutti i giocatori hanno dato il massimo delle loro possibilità, Gabriele, Lucio, Marco, Marco, Mirco,Andrea, Lorenzo. Siamo riusciti a vincere una partita contro la Lahuen, mentre per pochi punti abbiamo perso contro la Baraonda, i padroni di casa della Peter Pan e la squadra di Frascati. Il tutto poi è finito con il classico terzo tempo tutti assieme a pranzare…..

Bella giornata belle emozioni….

grazie a tutti

In occasione della giornata per la Liberazione   organizzato dalla sezione locale  dell‘ANPI   si è svolto  presso il campo sportivo  di PonteValleceppi  il torneo antirazzista  organizzato …

Sorgente:           RESISTENZA NON ARMATA

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

In occasione della giornata per la Liberazione   organizzato dalla sezione locale  dell‘ANPI   si è svolto  presso il campo sportivo  di PonteValleceppi  il torneo antirazzista  organizzato da ARCI, FUORIGIOCO, RADIO NUVOLE E PASSEGGERI

“Fischia il vento e infuria la bufera scarpe rotte e pur bisogna andar a conquistare
la rossa primavera dove sorge il sol dell’avvenir“ cantavano i partigiani dopo l’Armistizio e così, senza paura i nostri eroi sono scesi  in campo con grinta e coraggio e passione.

L’evento  è andato  ben oltre il mero ambito calcistico, è  stata l’occasione   di integrazione tra l’unica squadra straniera, la nostra , e altre  sette  squadre in rappresentanza dei richiedenti asilo del Progetto Emergenza dell ‘Arci.

Siamo stati  accolti come meglio non avremmo potuto  immaginare: ampi sorrisi, strette di mano ed inviti a futuri incontri.

E lo crediamo bene!!!

Il risultato, dopo le tre partite del girone eliminatorio, ha assunto risvolti quasi tennistici, ma mai come in questo caso, l’importante non era vincere ma resistere, resistere e ancora resistere,  come quegli alberi di alto fusto che ,convinti di avere solide radici, si oppongono  alle intemperie, con tutte le forze del tronco e dei rami finchè non capiscono che l’unica resistenza possibile è costituita dall’adattarsi al cambiamento

Ci avevano promesso un pallone in cambio di tre sconfitte …e noi.?

Lo abbiamo accettato, di buon grado , convinti che ciò che ci unisce, una sfera di cuoio che rotola, vola, e , qualche volta buca la rete,non potrà mai dividerci.

I nostri eroi , Amedeo, Andrea, Klaidy, Emanuela, Giovanni, Lorenzo M., Lorenzo R.,Marco P., Marco Z., Nicola, Sebastiano hanno lottato come leoni nella savana…..

..ma…come dice Shakespeare…

Ogni mattina in africa una gazzella si sveglia , sa che deve correre piu in fretta del leone o verrà uccisa

Ogni mattina in africa un leone si sveglia e sa che deve correre più veloce della gazzella o morirà di fame

Quando il sole sorge non importa che tu sia leone o gazzella..è meglio che cominci a correre”.

E loro…ahimé ..correvano più di noi!!!