Archivio per la categoria ‘foto 2’

Fuorigioco – Lahouen 1-2

giornata calda in quel di Lidarno,si torna in campo dopo essersi duramente allenati, gli avversari sono da temere, le voci su di loro fanno pensare ad una disfatta già in partenza, giunge quindi il momento di liberare mentalmente la squadra e di concentrarsi verso la partita, giocano in 9 loro, giochiamo in 9 noi.
Una volta sistemati i dettagli, si inizia a giocare, la partita assume toni contratti con connotazioni di studio da ambo le parti, pochi sbilanciamenti, palla giocata prevalentemente nella zona centrale del campo, da una parte gli ospiti in maglia viola, atleticamente prestanti, corrono a coprire i buchi e cercare pertugi, dall’altra un collettivo in maglia rossa che tenta di suonare uno spartito che ha imparato in questi mesi di impegno costante, si va avanti così con pochi rischi, fino a metà del primo tempo, quando gli ospiti passano in vantaggio con un tiro deviato che beffa il sempre attento portiere dei locali di Fuorigioco, i perugini non si perdono d’animo e continuano a tessere trame che vengono disfatte con sempre maggior difficoltà dagli avversari, che iniziano a lasciar filtrare le offensive dei locali, potendo contare su un portiere stratosferico, che dimostra tutta la sua abilità e la sua esperienza passata in categorie superiori.
Dopo un primo tempo di ritmi elevati, inizia pure il secondo, con Fuorigioco che spinge sull’ accelleratore e la Lahouen che si difende con caparbietà facendo affidamento sui miracoli del proprio portiere e ripartendo in contropiede, proprio da uno di questi contropiedi nasce il raddoppio dei giocatori orvietani, con un lungo lancio verso sinistra ed una palla colpita al volo in modo sporco che si infila di nuovo beffardamente alle spalle del portiere perugino.
La reazione di Fuorigioco è furiosa ed ordinata, costringono gli avversari a restare a difesa del fortino e del vantaggio, collezionando occasioni ed angoli, proprio da un corner ben battuto Sergio di testa batte il portiere con un pallonetto millimetrico, partita riaperta a pochi minuti dalla fine del secondo tempo, Fuorigioco sempre in proiezione offensiva, ma non basta.
Questa volta ci sono 2 terzi tempi, il primo in campo, dove i rossi locali attaccano senza sosta per tutto il tempo, ma sbattono purtroppo sulla saracinesca levata dal portiere avversario, non bastano nemmeno i 2 rigori netti, accordati dal direttore di gara, infatti il primo si infrange sul palo, mentre il secondo viene intuito e bloccato dal portiere della Lahouen in versione superman.
Ai perugini resta il ricordo di una partita giocata da squadra, delle tante occasioni create e del secondo terzo tempo che addolcirà l’amaro in bocca per non aver fatto punti in una partita che li ha visti dominare per gran parte dell’incontro.
Terzo tempo in grande stile con un ricco buffet di salati e soprattutto di dolci, dalla ciaramicola ai semifreddi, per suggellare una bella giornata di sport.
Sir Paulla
Annunci

Terza partita di campionato per i biancorossi perugini alla ricerca della loro prima vittoria in campionato, questa volta gli ospiti sono la Tartaruga di Orvieto.

Gli avversari sono contati e quindi si opta per dei prestiti di buon livello da parte di Fuorigioco per poter competere ad armi pari, si gioca quindi 9 contro 9.
La giornata si presta ad un piacevole evento sportivo, la battaglia inizia con una prima fase di studio poi fuorigioco prende il sopravvento iniziando a spingere sulle fasce e da un cross nasce la prima rete, di opportunismo da parte del Bomber Farabbi, è tutto in discesa per i perugini, persino il Presidente Boriosi si concede una cavalcata offensiva con tanto di tiro in porta che sarebbe finito in fallo laterale se non fosse che il difensore avversario per spazzare metta la palla nella propria porta.
il primo tempo si conclude con Fuorigioco che attacca alla ricerca del gol con continuità.
Il secondo tempo parte subito bene per i perugini, la bordata di Agu porta a 3 le reti di vantaggio, a quel punto ritmi e concentrazione si abbassano, la Tartaruga trova il gol che potrebbe riaprire la partita, ma Fuorigioco continua a macinare gioco permettendo a Mister Serpolla , oggi nelle vesti di giocatore, di segnare il suo gol annuale e portare il punteggio sul 4a1, che sarà poi il punteggio finale.
A fine partita tutti a ristorarsi durante un terzo tempo con un ricco buffet.
Sir Paulla

Chi ci crede ancora , chi no, chi filosofeggia, chi ci fa sopra sofismi, chi si nasconde dietro un dito, chi prova a fare quello che può…quest’ultimo è il nostro caso.
Si avvicinava una data , una ricorrenza, dei numeri, delle leggi, per noi era il modo di portare avanti un concetto, un concetto partito quaranta anni prima, che si è evoluto\involuto con il passar del tempo e dei tempi.
Doveva essere un triangolare e si è trasformato(almeno per me in bipolare), visto che le squadre in campo le alleno entrambe.
Stiamo parlando della Partita del 9 maggio 2018 disputata tra l’Associazione Fuorigioco e i Bullocks 1983, sodalizio che già a settembre si era rinvigorito con la partecipazione a “Tutti Matti per il calcio”, disputata al centro sportivo L’Arca Antica di Lidarno, per rinnovare e rinforzare il concetto di apertura e integrazione sfruttando il calcio come catalizzatore di esseri umani.
La partita è finita in parità, ma sopratutto è finita a buio inoltrato, perché nessuno voleva smettere, e soprattutto perché Alessandro, il “mio secondo”, ha carpito tutti i segreti del mestiere e mi ha costretto a rimettere la divisa per aiutare la squadra.
Come di consueto il tutto è stato accompagnato dal terzo tempo, ci siamo ritrovati al pub ,non sazi di calcio, a vedere la partita di coppa, ognuno col suo viaggio, ognuno diverso e ognuno perso dentro i fatti suoi…ma insieme.

Sir Paulla

zoppo, con l’ombrello, la giacca e i jeans mi reco, chiamato a gran voce a dar sostegno alla giornata dedicata alla 180 nel quarantesimo anno Basagliano, a sostegno dare sostegno nel triangolo poi divenuta linea intersecata di passaggi conclusi a rete di pari entità. Ricordo l’enfasi dell’allenatore nei palloni vistosi chiamare in causa all’attacco e qualche splendido gol millimetrico azzoppato. Se ne deduce un terzo tempo vorace che lascia stupefatti gli avventori e i cucinieri kaotici in un miscuglio di sensazioni innominabili di prima fascia protettissima.

NC

Altri scritti sono arrivati che pubblichiamo unitamente ad altre foto…. si ringrazia i novelli scrittori e fotografi……

QUINTO

Terza esperienza con il villaggio ed ogni volta rientro più carica e contenta.
Il primo anno devo ammettere di aver avuto un mezzo schok: pensavo avessero riaperto i manicomi.
Poi ho cominciato a guardare il Villaggio con altri occhi:  fatti di condivisione, confronto con le altre strutture, con gli altri operatori con cui scambiarsi opinioni, incertezze, idee.. .vedere la passione che ci accomuna per questo non semplice lavoro e ritrovare un po’ di energie che tutti intorno ti trasmettono.
Il problema è quando torni, riprendi la Solita routine e ti ritrovi a combattere con i Soliti pregiudizi che ci sono ancora intorno alla salute mentale, fatti di paura, di “occhi che si spalancano” quando dici dove lavori, che la notte sei sola e che ci vai pure in vacanza.
Ecco,  di questo sono stanca, della gente che ti guarda come “fossi matta” pure tu; che si allontana e si “imbarazza” quando arriviamo e punta sempre il dito come fossimo appestati…
quindi dico ben vengano i “Villaggi” ….. magari se ne potrebbe organizzare anche uno a fine estate!?!?
Giovanna

SESTO

In principio la terra era informe e deserta, le tenebre ricoprivano l’abisso e lo spirito di-vino aleggiava sulle acque, poi Dio creò il villaggio turistico Giardini d’Oriente e luce fu !!!!!

Acqua del mare paradisiaca, monti e colline rigogliose e orgogliose, buffet luculliani, sport a manetta, compagnia gradevole, entusiasmante e divertente.

Difficile aggiungere altro visto che chi ci ha preceduto ci ha rubato tutti gli aggettivi e le metafore per descrivere questa bellissima vacanza che ci resterà nel cuore (ma ahimé anche sulla pancia che a causa del ristorante abbiamo riportato piena di chili!!!).

Vale comunque sempre la regola che è meglio abbondare che deficere!!!!

Tra tutti gli sport menzionati volevamo ricordarvi la maratona –studio del prode Gianmarco, gli acrobatici gioco-aperitivo dell’animazione e la piacevole serata di Risiko giocata sul tavolo di quel gioco di cui non sappiamo il nome. In questa sfida mondiale a suon di dadi e carrarmati hanno eccelso Sebastiano e Emanuela che hanno raggiunto l’obiettivo di eliminare il povero Mirco e la sua esigua armata nera . Ci piace vincere facile ….!!Strateghi !!!

Grazie ancora a tutti e speriamo che il presidente trovi uno sponsor per portarci tutti al torneo di Palinuro!!!

Quelli che il CAD….

Un po di nuove foto…

 

IMG_0357
Cari amici del Borgo e Fuori Gioco, non sono con voi fisicamente ma lo sono con il cuore e con il pensiero.
Voglio ancora ringraziarvi per aver avuto questa meravigliosa iniziativa in memoria di Filippo, anche perchè, come si dice, nessuno muore veramente finchè qualcuno ci ricorda .
Voglio aurarvi Buone Feste con questa frase che mi ha molto colpita: “La migliore relazione è quella in cui l’amore per l’altro supera il bisogno dell’altro.”
Ed ora voglio prestare a Filippo la mia mano per scrivere un pensiero che sono sicura avrebbe lui stesso espresso se solo avesse potuto.
Sara, la mamma di Filippo.
IMG_0352
“Cari compagni del mio breve viaggio, ciao Ale, ciao Sara, ciao a tutti.
La morte è solo un passaggio in un’altra dimensione, e la linea che separa la vostra dalla mia ha lo spessore di un foglia d’acero.
Io sono il vuoto e tutto ciò di cui è pieno l’universo.
Sono nel vento, nelle foglie degli alberi bagnati dalla rugiada, in ogni particella di pioggia, in tutto ciò che esiste.
Sono nulla e sono tutto ciò che resta, in questa vita e in altre vite,
Immortale.”
Vi abbraccio
Filippo
IMG_0349 IMG_0344
IMG_0364 IMG_0366 IMG_0369 IMG_0379 IMG_0386 IMG_0389 IMG_0390 IMG_0391 IMG_0393 IMG_0396 IMG_0398 IMG_0401
IMG_0403 IMG_0405 IMG_0407
per le foto si ringrazia Stefano Fasi

Immagine

Dopo l’intervista a Buongiorno Regione, ecco la terza giornata del Torneo Regionale Anpis, Derbissimo tra Off-Side e Fuorigioco al Centro Bambagioni….. un freddo polare… Subito si vede la differenza… i giocatori di Off-Side tutti compatti si riscaldano, tutti precisi insieme…. la compagine di Fuorigioco si riscalda calciando al portiere Vazy ….(manca il mister TIZ….)

La partita inizia, si vede la paura nelle squadre, nessuna delle due rischia tanto…. Subito accade la cosa inaspettata che cambia il volto di una partita dove sicuramente c’era una squadra favorita (Off) ma comunque timorosa di scoprirsi perchè alcuni giocatori (Lucio e Fabrizio) mettono paura….; Fabrizio si stira….. dramma in Fuorigioco…. il giocatore più in forma quello che a Norcia ha fatto impazzire tutti…… non ce la fa a giocare..Dopo un attimo di sconcerto…. viene sostituito… ma il miglior giocatore… non può essere sostituito….

Off Side gestita in modo egregio dal Ser Polla (meglio in panca che in campo…)approfitta della situazione… fa dei cambia azzeccati e proprio lui va in rete… Fuorigioco tenta una timida rimonta ma manca il giocatore che fa la differenza Lucio, Gianni, il Ragno, le provano tutte ma nulla possono contro il sapiente Angelo, il muro Piero….. il paratutto Giacomo…ed arriva il secondo gol per Off Side del bel Tommaso che per una volta non si specchia e supera tutti e segna…Fuorigioco è allo sbando… il presidente Francesco (forse troppo preso della intervista di Viki Sorci) gira a vuoto e insieme a lui tutta la difesa con Paolo e Sergio… Gli attacchi di Off Side sono sempre più tambureggianti…belle parate di Vazy….E’ un massacro Off Side infierisce e attacca volendo fare una goleada…. Fuorigioco tenta di difendersi ma non ce la fa e inizia a pensare anche alla partita dopo con la Baraonda…. Nel secondo tempo per Off Side segnano Nicola Abdel e anche Riccardo decretando la resa incondizionata di una frastornata Fuorigioco. Off Side da una manita (5 gol 0) a Fuorigioco anche grazie alle nuove belle magliette verdi si impossessa del torneo ora ha solo la Lahuen  nella sua strada… Fuorigioco ha un altra partita subito dopo.

Immagine

Seconda partita della giornata Baraonda Fuorigioco (anche questo un derby Terni Perugia). La partita inizia bene per la compagine di Fuorigioco che sembra essersi scrollata la sconfitta subita prima e va in gol con Lucio che segna con un bel tiro da fuori. La Baraonda sembra non essere in grado di recuperare, invece in uno svarione difensivo riescono a pareggiare. Tutto da rifare. Entra Ser Polla e Angelo (in prestito da Off Side) e subito si fa vedere il Ser segnando un gol… di nuovo in vantaggio….Sembra la volta giusta la partita stancamente si calma…. ma di nuovo pareggia su un mezzo infortunio di Vazy… Fuorigioco con un gran gol da fuori di MArco ritorna in vantaggio… calcio da metà campo…… innocuo…. papera di Vazy… il pallone passa sotto le gambe…….. 3 a 3…. Ser Polla tenta di minimizzare ma nei volti dei giocatori già si vede come andrà la partita….. altri 3 gol della Baraonda con giocatori che sembrano svogliati… un portiere che a volta fa delle parate incredibili e oggi no anzi……..La partita finisce 6 a 3 per la Baraonda con grande soddisfazione dei ternani che non pensavano di vincere e con una grande scoramento della compagine di Fuorigioco che esce notevolmente ridimensionata per le sue mire di vittoria dopo questa giornata casalinga….

Il tutto finisce con un buonissimo pranzo al CVA di Montegrillo con la mitica Sara a fare da padrona di casa..

Francesco

è giovedì,e non c’è dubbio,

off-side parte per andare a gubbio.
9 leoni sono pronti per andare vincere le 2 partite che si disputeranno alle pendici del monte ingino,solo la presenza di numerosi bar durante il percorso,rallenta l’andatura della carovana.
appena arrivati lo scenario è luminoso e profuma di calcio,i primi avversari,Baraonda, sono già sul luogo con striscioni, divise indossate e il guanto di sfida pronto.
l’inizio è in stile verdone,sposta la porta,cambia la porta,aggiusta il sette della porta,aricambia porta,gliela taglierebbi quella porta….
off-side scende in campo,metà campo per l’esattezza,pronta a giocare,la novità è che si gioca 8+1 e non ci sono i cambi per rifiatare,ma la squadra ha la mentalità giusta.
i rossi perugini scendono in campo con giacomo tra i pali,in difesa a destra riccardo,centrale angelo e a sinistra il ritorno di tommaso,a centrocampo esterni diego e dario,emiliano come play,l’attacco è composto da brunella e abdel.
breve fase di studio,poi al primo corner,tommaso pennella un traversone sul secondo palo che emiliano schiaccia in rete da due passi,passano altri 2 minuti ed emiliano raddoppia di rapina sfruttando una dormita dei biancoblu ternani,il primo tempo è un dominio di off-side,baraonda tenta velleitari tiri dalla distanza,senza mai inquadrare lo specchio della porta,letale è il contropiede dei rossi,con abdel che sigla il 3 a 0 e poi con diego che fissa il punteggio sul 4-0 alla fine del primo tempo,direttamente da calcio d’angolo.
la ripresa è tutta un’altra partita,baraonda ci crede e guidata da nannini,accorcia le distanze,segnando uno dopo l’altro tre gol e pressando off-side nella propria metà campo,a quel punto i rossi optano per un cambio tattico,emiliano va in difesa e riccardo a fare il play,scelta azzeccata,visto che riccardo fa salire la squadra,che esce dal momento di apnea difensiva e guadagna un calcio d’angolo,dalla battuta successiva,la difesa di baraonda spazza la palla che viene raccolta da emiliano in corsa,quest’ultimo(che poi sarei io..è difficile parlare di se in terza persona, senza rischiare d’incappare in momenti di schizofrenia e\o megalomania) avanza poi scocca un tiro da 25 metri che s’infila alle spalle del portiere.
è l’azione che cambia l’andamento della partita,le squadre sono lunghe e decise a vincere,le occasioni fioccano da una parte e dall’altra,si finalizzano 4 gol nei minuti finali,due per parte,prima baraonda ,poi abdel per off-side,di nuovo baraonda,ancora abdel che fissa il punteggio finale sul 7 a 5 per i rossi.
La seconda partita per off-side è contro i padroni di casa della peter pan nella consueta divisa arancionera,l’assetto per i perugini è rimasto invariato,la stanchezza si fa sentire,la temperatura tocca i livelli primaverili,ma la sete di vittoria non è ancora giunta al termine,infatti off-side gestisce bene la fase difensiva con angelo che sovrasta e anticipa,la sicurezza di giacomo  tra i pali,tommaso che fa il pendolino a sinistra,dario e riccardo al centro, uno stoico diego che si è fatto male nella partita precedente,brunella trequartista e abdel che parte dai lati per tagliare la difesa.
da un’incursione sulla sinistra di tommaso,la palla arriva abdel,che anticipa il portiere,la palla rotola lentamente verso la rete e viene messa dentro da emiliano a pochi centimetri dalla linea,troncando i tentativi di recupero degli avversari.
la reazione di peterpan è decisa e trova subito il pareggio,si riparte,si tenta di prevalere le difese con lanci lunghi e proprio da uno di questi abdel taglia la difesa e riporta in vantaggio i perugini,che consolidano la loro posizione poco dopo,con un tiro di emiliano dopo una mischia in area.finisce il primo tempo sul 3-1 per off-side.
imparata la lezione,off-side alla ripresa del gioco è compatta e non cede,peterpan comunque ci crede e non demorde,ne esce fuori una partita aperta e avvincente,condita dal gol del 4-1 di abdel merito di un grande assist in verticale di riccardo,dal 2-4 di peterpan,gol subito incolpevolmente da tommaso che nel frattempo si era scambiato di ruolo con giacomo,che nel finale dimostra di essere un bel giocatore di movimento e dopo aver preso le misure alla difesa avversaria,piazza una  palla a girare dal limite dell’area,che non lascia scampo al portiere e sigla il definitivo 5 a 2 per off-side,che guadagna 6 punti in 2 ore!
terzo tempo in un grazioso locale nei pressi del campo di gioco,dove rosati&co. ci hanno fatto abbuffare a prezzi popolari.
nel viaggio di ritorno la capolista si concede un tortuoso giro panoramico,alla scoperta delle colline,delle vallate,delle dighe,della flora,della fauna e dei muschio\lichene nelle zone adiacenti a fratticiola selvatica,con la consapevolezza  di potersi giocare la vittoria finale e con l’onore e l’onere di organizzare la prossima tappa del torneo anpis,insieme ai fraterni rivali di fuorigioco,che dovranno battere al centro sportivo bambagioni il 25 marzo.
Sir Paulla
p.s.
non avevo voglia di mettere maiuscole.
Image